martedì 28 febbraio 2012

SI CANTA CON PATATO #4

 ♥♥♥  ♫♫♫  ♥♥♥  ♫♫♫  ♥♥♥  ♫♫♫

Quarto appuntamento con le canzoni di Patato. 
E' passato un mese da quando ho iniziato, all'inizio volevo quasi postarne una al giorno, ma poi mi è piaciuta l'idea di tante amiche bloggers che postano una cosa specifica in un giorno specifico, così ho deciso di fare anche io per l'angolo musicale del piccolo Gabri.

Oggi si torna alle canzoni per bambini, dopo la divagazione "innesca"!

Ed eccoci a mimare gli animali di Noè!



I DUE LIOCORNI
di R. Grotti

Ci son due coccodrilli

ed un orango tango,

due piccoli serpenti 
e un'aquila reale,
il gatto, il topo, l'elefante:
non manca più nessuno;
solo non si vedono i due leocorni.

Un dì Noè nella foresta andò
e tutti gli animali volle intorno a sè:
"Il Signore si è arrabbiato il diluvio manderà:
voi non ne avete colpa, io vi salverò"

Ci son due coccodrilli
ed un orango tango,
due piccoli serpenti 
e un'aquila reale,
il gatto, il topo, l'elefante:
non manca più nessuno;
solo non si vedono i due leocorni.

E mentre salivano gli animali
Noè vide nel cielo un grosso nuvolone 
e goccia dopo goccia a piover cominciò:
"Non posso più aspettare l'arca chiuderò."

Ci son due coccodrilli
ed un orango tango,
due piccoli serpenti 
e un'aquila reale,
il gatto, il topo, l'elefante:
non manca più nessuno;
solo non si vedono i due leocorni.

E mentre continuava a salire il mare
e l'arca era lontana con tutti gli animali
Noé non pensò più a chi dimenticò:
da allora più nessuno vide i due liocorni.

Ci son due coccodrilli
ed un orango tango,
due piccoli serpenti 
e un'aquila reale,
il gatto, il topo, l'elefante:
non manca più nessuno;
solo non si vedono i due leocorni.


di tanti video che ci sono su YouTube di questa canzone ho scelto questo perché questi bambini sono troppo carini!!!!! ^_^

domenica 26 febbraio 2012

NUOVI SUCCESSI

I giochi dei bambini, si sa, sono più o meno gli stessi per tutti.
Ci sono quelli studiati per la dentizione, quelli studiati per l'apprendimento, quelli studiati per mille altre cose, poi ci sono quelli inventati da qualche genitore o chissà chi un milione di anni fa semplicemente per far ridere e divertire i bimbi.
Tra questi giochini c'è "Farfallina", chi non conosce la filastrocca?


Farfallina bella e bianca
vola vola e mai si stanca
vola in qua vola in là
chissà dove si poserà

il tutto accompagnato dalle mani che simulano il volo della farfallina e per finire si posano sul bambino.

Gabriele adora questo gioco, ogni volta che vede le mani muoversi inizia a sorridere, se poi sente la canzoncina allora il sorriso si allarga fino a diventare risata al momento della "posa" della farfallina.
Ieri mattina mentre era sul fasciatoio, gambe alzate come al suo solito e sederino all'aria, con la mano destra ha iniziato a fare da sé farfallina, e da lì ha continuato per tutto il giorno, prima con una sola mano, a volte provando con entrambe, anche se la coordinazione ed il movimento per adesso sono solo accennati, ogni volta che lui provava lo stimolavo con la canzoncina e lui mi guardava sorridendo.

A sei mesi il mio patato sta diventando grande!

venerdì 24 febbraio 2012

CONCORSO FOTOGRAFICO

Lo so che non rientra nel genere del mio blog, ma vista la mia partecipazione attiva all'organizzazione non posso non cercare tra i miei amici bloggers, e comunque pubblicizzare!

Il Fotoclub Follonica organizza il primo concorso fotografico digitale nazionale "TROFEO CITTA' DI FOLLONICA", con la collaborazione del Comune di Follonica, di Elettromar S.p.A. e di Banca Cras.
Il concorso è aperto a tutti i cittadini italiani, di Città del Vaticano e San Marino, professionisti e non.
Potrete scaricare il bando sul sito del Fotoclub: www.fotoclubfollonica.com


Partecipate gente, partecipate!!!!

www.fotoclubfollonica.com

LIBRI: amici che non posso dimenticare!

Durante la gravidanza avevo iniziato a riportare qui le recensioni dei libri che leggevo, buona abitudine che ho mollato alla nascita di Gabri a causa delle diradate visite nel mio blog per scrivere, durante le quali avendo troppe cose da raccontare ogni volta dovevo fare una scelta accurata.

Ovviamente i miei amici libri non sono stati dimenticati, continuo a leggere anche se molto meno visto che il tempo a mia disposizione è diminuito drasticamente, ma dall'ultima recensione ad oggi ho letto niente popo' di meno che ben...tre libri... mi ci viene quasi da piangere! ;) solo tre libri in sei mesi... vabbè!

Comunque ecco un breve riassunto dei libri che ho letto nei ritagli di tempo (che di solito sono i minuti contati di quando Gabri dorme e le faccende di casa sono fatte, oppure non ho voglia di farle e per una volta me ne sbatto e faccio qualcosa che mi piace, oppure quando sono in bagno: immaginatemi con il libro sul lavandino, mentre mi sto lavando i denti, pettinando, asciugando il viso

DI NUOVO PICCIATA

Eccomi qua, dopo una settimana di "dottore" 
sono di nuovo "piccìata", cioè con pc!

Mica avrete pensato di liberarvi 
così facilmente di me?!??!!!






mercoledì 22 febbraio 2012

SI CANTA CON PATATO #3

♫♫♫♫♫♫♫♫♫♫♫♫♫♫♫♫♫
♪♪♪♪♪♪♪♪♪♪♪♪

Lo so, oggi è mercoledì e ieri ho saltato l'appuntamento musicale, ma non avevo il computer (era dal medico a farsi riparare), quindi in via straordinaria eccoci di mercoledì!

Quando il mio piccoletto ha mal di pancia, adora essere strattonato mentre sta in braccio al malcapitato di  turno. Di solito io lo "cullo" al ritmo di questa canzone, che credo tutti conosceranno... almeno la parte iniziale!


IL CANTO DEGLI ITALIANI
testo di G. Mameli, musica di M. Novaro

Fratelli d'Italia,
l'Italia s'è desta,
dell'elmo di Scipio
s'è cinta la testa.
Dov'è la Vittoria?
Le porga la chioma,
che schiava di Roma
Iddio la creò.
Stringiamoci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò.
Stringiamoci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò, sì! 


Noi fummo da secoli
calpesti, derisi,
perché non siam popoli,
perché siam divisi.
Raccolgaci un'unica
bandiera, una speme:
di fonderci insieme
già l'ora suonò.
Stringiamoci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò, sì! 


Uniamoci, uniamoci,
l'unione e l'amore
rivelano ai popoli
le vie del Signore.
Giuriamo far libero
il suolo natio:
uniti, per Dio,
chi vincer ci può?
Stringiamoci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò, sì! 

Dall'Alpe a Sicilia,
Dovunque è Legnano;
Ogn'uom di Ferruccio
Ha il core e la mano;
I bimbi d'Italia
Si chiaman Balilla;
Il suon d'ogni squilla
I Vespri suonò.
Stringiamoci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte,
l'Italia chiamò, sì!
 

Son giunchi che piegano
Le spade vendute;
Già l'Aquila d'Austria
Le penne ha perdute.
Il sangue d'Italia
E il sangue Polacco
Bevé col Cosacco,
Ma il cor le bruciò.
Stringiamoci a coorte,
siam pronti alla morte.
Siam pronti alla morte, 

l'Italia chiamò, sì! 







martedì 14 febbraio 2012

SI CANTA CON PATATO #2

♪♪♪♪   ♫♫♫♫   ♪♪♪♪   ☺☺   ♪♪♪♪   ♫♫♫♫   ♪♪♪♪

Eccoci al secondo appuntamento con le canzoni per bambini, che capita casualmente con l'inizio del Festival della canzone italiana... ma queste canzoni erano meglio di quelle del Festival!
Questa è una canzone che adoravo quando ero bambina, avevo (ed ho ancora) il 45 giri, e lo ascolterà anche Gabri, visto che mia mamma mi ha detto che nel caos del suo garage ha ritrovato il mangiadischi di quando eravamo piccoli io e mio fratello!
...si, avete capito bene, il mangiadischi... questo per capirsi:






LA TARTARUGA
di B. Lauzi, P. Caruso

La bella tartaruga che cosa mangerà
chi lo sa
chi lo sa
due foglie di lattuga e poi si riposerà
ah ah ah
ah ah ah
La tartaruga
un tempo fu
un animale che correva a testa in giù
come un siluro filava via
che mi sembrava un treno sulla ferrovia
ma avvenne un incidente
un muro la fermò
si ruppe qualche dente
e allora rallentò
La tartaruga
da allora in poi 

lascia che a correre pensiamo solo noi
perché quel giorno poco più in là
andando piano lei trovò
la felicità
un bosco di carote
un mare di gelato 
che lei correndo troppo
non aveva mai notato
e un biondo tartarugo corazzato
che ha sposato un mese fa!
la bella tartaruga
nel mare va perche'
ma perche'
ma perche'
fa il bagno
e poi si asciuga
dai tempi di noe'
eh eh eh
eh eh eh
la tartaruga
lenta com'e'
afferra al volo
la fortuna quando c'e'
dietro una foglia
lungo la via
lei ha trovato
la' per la'
la felicita'
un prato d'insalata
un lago di frittata
spaghetti alla chitarra
per passare la serata
un bosco di carote
un mare di gelato
che lei correndo troppo
non aveva mai notato
e un biondo
tartarugo corazzato
che ha sposato
un mese fa 
un mese fa



sabato 11 febbraio 2012

NUOVA, GRANDE SCOPERTA


Il piccolo Gabri stamani, mentre lo cambiavo, 
ha fatto una grande scoperta: 
il suo pisellino!!!


E quando gli ho messo il pannolino 
avreste dovuto vedere come se lo cercava...il mio pipone. ^_^


giovedì 9 febbraio 2012

PASTA FISSAN? NO GRAZIE

Su suggerimento di un'amica, mia madre mi ha comprato questa crema per il sederino del bimbo...ed è assolutamente fantastica!
La Fissan e simili non gli facevano niente, anzi alle volte mi sembrava quasi facessero peggio, con questa il rossore al sedere, ai testicoli ed al pisellino è scomparso in due giorni, dopo un paio di settimane a provarne di tutti i tipi!
Grazie Pasta di Hoffmann Sella!



Indicazioni
Lenitiva, antiarrossamento, protettiva a base di Olio di Oliva (48%) e Ossido di Zinco (45%). Ideale al cambio dei pannolini .
Caratteristiche

SEMPLICEMENTE LAFRANCY

Ho visto un post da Gracy di uno+uno=tre e sono andata a scuriosare sul post di questo give away... mi piace!
Ed eccomi qui a raccontarvi perché sono semplicemente Lafrancy.



In realtà avendo un nome lungo e comune come Francesca, nella mia vita ho avuto più e più nomignoli, abbreviazioni, storpiature ecc., ma ne sono rimasti due storici, uno è Manaus (che è la storpiatura del cognome) e l'altro Lafrancy.
Si parla di oltre dieci anni fa, Università degli studi di Siena, la mia amica Simo, proveniente da un paese dove davanti al nome femminile viene aggiunto l'articolo, ogni volta che parlava di me parlava "della Francy" oppure di "la Francy". Scherzando gli altri amici hanno iniziato a chiamarmi così, ma non quando parlavano di me in terza persona, ma per chiamarmi direttamente. Dal verbale è diventato un nome scritto e qualcuno (non ricordo chi) la prima volta lo scrisse tutto attaccato, così diventari (verbalmente) "lafrancy tuttoattaccato". Ovviamente la seconda parte del nome è caduto come fanno le foglie in autunno e Lafrancy è diventata e rimarrà Lafrancy!

Se qualcuno si è incuriosito per la foto che ho usato come avatar, quella dipende dai miei nipotini, che da una foto di quando era piccolo hanno riconosciuto in Lu il fisico della rana Kermit dei Muppet's, ed hanno deciso che io ero Piggy poiché lavoravo in un salumificio! ^_^

Ecco, qui tutto quello che riguarda il mio semplice nickname. Tutto per partecipare a questo simpatico give away di Matrioska! Mi è piaciuta l'idea del perché questo nome, ho dovuto riflettere sul perché ero Lafrancy tutto attaccato da così tanti anni, un tuffo nel passato che mi ha riportato tanti altri piacevoli ricordi, chissà, magari fa lo stesso effetto a voi!

ACCIDENTI A ME



Gabri ha il raffreddore.

E' tutta colpa mia che l'altro ieri l'ho portato fuori, con queste temperature.

Mi sento terribilmente in colpa, soprattutto quando come adesso lo sento russare per il nasino tappato.

E' un dolore vederlo starnutire di continuo e col naso che cola (ma mi fa ridere quando con la linguetta si lecca il moccico colante prima che arrivi io col fazzoletto).

Gabri ha il raffreddore ed è colpa mia., accidenti a me.

mercoledì 8 febbraio 2012

UN PREMIO X ME...

Ringrazio le mie blog-amiche Marti e Vane perché entrambe mi hanno premiata così:


devo scrivere 7 cose su di me e passare il testimone...
  1. amo all'infinito il mio Gabri
  2. sono golosa, soprattutto di dolci
  3. adoro dormire 
  4. mi piace leggere
  5. sono una fotoamatrice "evoluta"
  6. pigra...pigra...pigra,,,
  7. mi piace la buona musica, meglio se live
ed ecco a chi passo il testimone:


..ed ora Gabri piange, quindi basta....!!!!

SVEZZIAMOCI

Anche se le istruzioni del Ministero della sanità e dell'OMS dicono di iniziare lo svezzamento dei nostri cuccioli a sei mesi, i pediatri fanno un po' come vogliono.
Ne ho sentiti di tutti i tipi: a sei mesi, valutando la crescita del bimbo prima o a sei mesi, e poi c'è il mio: 4 e ½ per iniziare la frutta, 5 per le pappe.
Ok... ed io ho fatto come mi pareva!
Vintage in cucina!
(1970)
La frutta Gabri l'ha conosciuta tramite "ciucciamento" di spicchio a quattro mesi, quando mangiavo la mela ogni tanto gli tagliavo uno spicchio e lui lo succhiava gradendo il sapore dolce; a cinque mesi l'ha scoperta come alimento e da una settimana se la mangia con gusto. Per ora ha provato mela e pera, la mela gli piace tanto, la pera l'adora. Quando vede il cucchiaino inizia a battere i piedini dalla felicità ed a tremare con le mani per l'impazienza, ride

martedì 7 febbraio 2012

SI CANTA CON PATATO #1

♫      

Idea rubata dal blog di un'amica blogger, che ha fatto un blog apposta... qui ci sono le canzoni che canto al mio Patato, e che spero quando sarà più grande che canteremo insieme!

      




Iniziamo con questa di quando ero piccolina io, che mi piace tanto e che gli canto spesso!




PER FARE UN TAVOLO
testo di Gianni Rodari, musica di L. Bacalov, S. Endrigo



Le cose di ogni giorno raccontano segreti
a chi le sa guardare ed ascoltare.

Per fare un tavolo ci vuole il legno
per fare il legno ci vuole l'albero
per fare l'albero ci vuole il seme
per fare il seme ci vuole il frutto
per fare il frutto ci vuole un fiore
ci vuole un fiore, ci vuole un fiore,
per fare un tavolo ci vuole un fio-o-re.
  
Per fare un fiore ci vuole un ramo
per fare il ramo ci vuole l'albero 
per fare l'albero ci vuole il bosco
per fare il bosco ci vuole il monte
per fare il monte ci vuol la terra
per far la terra ci vuole un fiore
per fare tutto ci vuole un fio-o-re.

Per fare un tavolo ci vuole il legno
per fare il legno ci vuole l'albero
per fare l'albero ci vuole il seme
per fare il seme ci vuole il frutto
per fare il frutto ci vuole il fiore
ci vuole il fiore, ci vuole il fiore,
per fare tutto ci vuole un fio-o-re.

lunedì 6 febbraio 2012

TISANA PER L'ALLATTAMENTO

Durante il corso preparto, l'ostetrica ci ha dato questa "ricetta" per una tisana per l'allattamento.
Non so se funziona, a me piace perciò me la faccio, se volete provare... ad ogni ingrediente metto il link a siti dove ho trovato spiegazioni delle proprietà di queste piante:


30gr semi di anice
30gr  semi di finocchio
30gr galega


anice stellato
semi di finocchio

galega


liquirizia

IL MIO TOPO FA CUCU'



cercando di fotografarlo all'improvviso 
è venuta fuori questa cosa bellissima...
sembra che il mio Topo giochi a nascondino!

Cucù!!

venerdì 3 febbraio 2012

I GRANDI SUCCESSI DI UN CUCCIOLO DI UOMO

i nostri pargoli nella sala Asl
(quello con i pantaloni rossi è Gabri!)
La settimana scorsa, di giovedì pomeriggio (come oramai tutti i giovedì pomeriggio) con altre tre mamme (e relative figlie) ci siamo trovate nello spazio che la Asl del mio paese dedica alle mamme, si chiama "gruppo autogestito mamme", due ore in cui è possibile sfruttare una sala della Asl gratuitamente, così che possiamo incontrarci con i bambini ed utilizzare le attrezzature a disposizione (materassini per sdraiare i bambini a terra, cuscini allattamento, stufette per riscaldare ad hoc la stanza e fare eventuali massaggi, ecc).
Durante questo ritrovo Gabriele è riuscito piano piano a girarsi autonomamente da pancia in su a pancia in giù. E' stato un percorso difficile, perché

LATTE ARTIFICIALE

Sapete quanto cosa allattare un figlio?

Se lo fai al seno: niente
Se lo fai con il latte artificiale: un capitale

Io per fortuna lo allatto sia al seno che con quello artificiale, e di biberon per adesso ne preparo solo alcuni nel pomeriggio, mentre notte e mattina solitamente si accontenta del mio.
Fortuna si, perché il latte artificiale costa un occhio della testa.
Il primo barattolo di latte, quando facemmo la prima prova con pesate doppie, lo comprammo in una farmacia aperta per turno di sabato pomeriggio, che lo fece arrivare apposta e ce lo fece pagare un visibilio: un barattolo di latte in polvere di 800 gr alla modica cifra di € 54,00... era il latte Polilat, che ci aveva avvisati il pediatra costare un po', ma cavoli così mi pare un po' troppo!
Il secondo barattolo lo trovammo da Ideal bimbo, e costava meno, costava "solo" 42,20 eurini!

Azz... vedevo nero il futuro di allattare il mio bimbo con quel latte!
Per "fortuna" gli rimaneva un po' pesante per l'intestino e lo ha portato alla stitichezza, così che il pediatra ci ha   fatto provare un altro latte, per fortuna più economico. 
Il nuovo latte costava meno,

giovedì 2 febbraio 2012

DI NUOVO "DONNA"


Sinceramente un anno e un mese senza quell'"in più" che contraddistingue noi donne dagli uomini non è stato troppo, anzi, se quella situazione fosse durata più a lungo sarei stata proprio felice!
E invece no, dopo 13 mesi eccomi di nuovo a combattere con assorbenti, perdite e tutto il resto del pacchetto regalo... uffa... come stavo bene!
E poi le prime mestruzioni dopo il parto sono abbondantissime, mai trovata in situazioni come questa.
Martedì volevo iniziare la piscina col piccoletto, ma mi sono trovata costretta a dover rinunciare perché il tampax  mini non reggeva più di mezz'ora ed il medio mi faceva male... uffa uffa uffa... ma chi le ha invitate queste?!???!!!
Speravo finché durava l'allattamento di potermi dimenticare di tutte 'ste cose fastidiose!
...sig..sob...sig..sob...

Per questa volta ho usato i soliti, vecchi, tradizionali assorbenti, anche perché la quantità era talmente tanta che non potevo né volevo rischiare di trovarmi sporca ed in situazioni imbarazzanti.
FleurCup
L'ostetrica ha detto che dal prossimo mese si torna alla normalità, perciò proverò il regalo che mi fece la mia amica Sgnaps a natale dello scorso anno: la Fleur Cup come sostitutivo dell'assorbente tradizionale (non riciclabile e superinquinante)...vi farò sapere!