lunedì 28 gennaio 2013

UN PO' DI SANA POLEMICA...

Ovvero una denuncia di quanto il mio quartiere venga ignorato.

Abito in un quartiere periferico della mia città, città che essendo piccola permette a camminatori come me di raggiungere il centro in 10/15 minuti di passeggiata a seconda che si scelga il giro corto o quello "lungo".

Quando faccio quello lungo (solitamente di sera, a buio, perché quello corto passa in una zona particolarmente isolata, non ci passerei da sola, figuriamoci col patatone!) mi trovo a partecipare al Camel Trophy cittadino:

per iniziare il menù della
passeggiata offre un marciapiedi
bloccato dai cassonetti della
spazzatura
ed un fantastico semaforo
con pozza sulle strisce pedonali
ed ovviamente in corrispondenza
allo scivolo del marciapiedi

dopo aver percorso in mezzo alla carreggiata un centinaio di metri a causa della mancanza di marciapiedi, di auto parcheggiate (da questa estate legittimate anche dalla comparsa delle strisce di delimitazione del parcheggio) e dall'asfalto "collinare" dovuto alla presenza delle radici dei grossi pini che affiorano dal manto stradale:

tra il primo ed il secondo pino
solitamente ci sono auto parcheggiate
così tra quelli successivi
questo invece è un marciapiede dove
tra pino e sterrato (fango in inverno)
il mio passeggino passa appena,
e siccome la crepa che si vede
è alta almeno 4 cm, s'impunta...

mi trovo a fare un pezzo di strada secondaria (cioè quasi affatto trafficata) di soli 50 metri dove i due lampioni presenti sono completamente oscurati dai rami dei pini che li affiancano, sovrastano, inglobano...rendendo la strada buia anche al crepuscolo:

lampione 1: dov'è la lampada?!?

lampione 2: e qui invece???

questa è la lunghezza della strada,
alle mie spalle ancora una decina di metri


Ovviamente mi trovo obbligata a passare dal lato opposto, dove non c'è marciapiedi ma parcheggio per auto e quindi a camminare in mezzo alla strada (con le auto che mi arrivano da dietro), che comunque nasconde in periodi piovosi il livello di difficoltà "pozza":



ok, la stradina è finita, finalmente a casa mancano più o meno duecento metri.
Vado sul marciapiedi, perché ho sempre preferito evitare l'emozione di una macchina che mi sdraia mentre cammino, arrivandomi alle spalle.
Così mi trovo a dover scegliere se bagnarmi i piedi o fare su e giù dal marciapiedi che diventa parcheggio privato degli abitanti dei palazzi:


mi sembra inutile dire che questi garages e scivoli
per arrivare ai box non hanno neanche il passo carrabile...


...e poi si dice che fare una passeggiata è rilassante...

Sul sito del mio comune esiste un'area intelligente per fare segnalazioni guasti, così che il problema dell'asfalto distrutto dalle radici, i lampioni inesistenti, le buche sono state da me più volte segnalate, sempre senza risultato, e spesso archiviate senza neanche uno straccio di risposta... ma allora quello spazio a cosa serve?
Solo a tenere "a modo" il centro e la zona dove vive il sindaco???

Nessun commento:

Posta un commento