venerdì 29 aprile 2011

22 SETTIMANE E NUOVE EMOZIONI

Oggi sono entrata nella 22ma settimana di gravidanza, e questo nuovo periodo è iniziato con una bella emozione.
Stamani quando mi sono svegliata ho sentito il mio frugoletto che si muoveva nella sua calda casetta, l'ho detto a Lu che ha messo la mano sulla mia pancia e dopo poco ha finalmente sentito anche lui i movimenti di questo bimbo al quale abbiamo deciso di dare la vita.
E' stato così bello vedere il suo viso illuminarsi ed il suo sguardo sorridere dalla gioia.

Le tre età della donna - G. Klimt


mercoledì 27 aprile 2011

UN SALTO INDIETRO DI 6 GG

Il 21 aprile era il mio compleanno, si sa.
Quel giorno andammo a pranzo fuori con la mia famiglia, mamma e babbo, mio frate e nonna (di 90 anni compiuti), ovviamente io e Lu con Gabri nella pancia!
Quel giorno sia mia suocera che mio fratello  mi dettero i loro regali di compleanno, quello di mia suocera era composto da tre cose: un comodo paio di ciabatte, un bellissimo mazzo di fiori ed un librino per suo nipote!
 

Mio fratello, con la sua fidanzata Ro,

martedì 26 aprile 2011

OGGI ECOGRAFIA!!!!

E Gabriele ci ha fatto la linguaccia!

Oggi pomeriggio avevo la seconda ecografia, la morfologica.
Appuntamento ore 16.45, ero la prima ed ho trovato il dottore che mi stava aspettando nonostante fossi in leggero anticipo.
Ha preso il libretto, ha compilato la scheda, poi mi ha detto di prepararmi sul lettino e mi ha "impiastricciata" la pancia col gel.

venerdì 22 aprile 2011

BUONA PASQUA

Non so se nei prossimi giorni avrò tempo o modo di accendere il computer, pertanto i miei auguri di Pasqua li faccio oggi, nel venerdì santo.

Auguro a tutti di trascorrere questa festività in felice compagnia e con serenità, possa essere occasione di riposo e di incontri piacevoli.

 
Buone feste a tutti, e non mangiate le uova dei vostri figli!!!! ☺

  ♥♥♥   BUONA PASQUA!!!!!!   ♥♥♥  


2000...

Solamente adesso ho visto che le visite di questo mio blog sono arrivate oltre 2.000.
Quando iniziai a scrivere, a gennaio, non avrei creduto di trovare così tanti amici e di avere così tanti lettori.
Guardando nei dettagli delle statistiche ho scoperto pure che da qui sono passati amici in giro dal mondo, oltre che (ovviamente) italiani; ci sono capitati (forse inciampati!) dei lettori dalla Francia, dalla Germania,  Svizzera e Gran Bretagna, ma anche dagli Stati Uniti, dalla "Federazione Russa" (blogger non ha ancora buttato giù il muro di Berlino, si vede! ^-^) ma addirittura da Singapore e Iran....

WOW!!!!!

Non mi resta che ringraziare tutti per le visite e per sopportare i miei chiacchiericci sulla pancia e problemi di future mamme, che sicuramente sono quelli di tutte le donne, e non per questo è necessario fare un blog, ma io mi sentivo di fare così... anzi, sto anche pensando di stampare i post che scrivo con i loro commenti e poi, quando il mio Gabriele nascerà farli rilegare come "Diario pre nascita"!

giovedì 21 aprile 2011

19 x 2 (!!!)


Ho sempre sostenuto che una mamma giovane è meglio di una mamma "vecchia", e secondo me dopo i 30/35 una donna per fare il primo figlio era troppo vecchia.
Questo lo dicevo fino a sei mesi fa.
Oggi è il mio compleanno. Sono nata nell'anno... beh, fate voi il conto.
Vi dico solo che oggi compio gli anni, e sono 19 (x2). Una semplice formula matematica che mi fa diventare automaticamente una "mamma giovane"!  

martedì 19 aprile 2011

CI SEI, SI CHE CI SEI!!!!



Ogni giorno, ogni ora, ogni momento sono sempre più sicura che quei "versi strani" che da un po' di giorni sento nella mia pancia sei tu!
Si, anche adesso che scrivo sento quell'effetto di bolle d'aria che si spostano nella pancia, ed oggi un paio di volte ho sentito come dei colpetti là dove c'è la protuberanza che rappresenta la tua casa attuale.
Che bello, non vedo l'ora che arrivi da lavoro il tuo babbo per condividere questa cosa meravigliosa con lui!
Due giorni fa, mentre mi strizzava la pelle per farmi l'iniezione di insulina aveva la mano appoggiata alla pancia ed anche lui ha avuto la sensazione lieve di movimento...
Bravo Gabriele, fatti sentire, che così la tua mamma è più tranquilla!!!!

SPINACI SI o SPINACI NO?

Oggi ho chiamato un mio amico per avere notizie riguardo alla sua ragazza, incinta di sette mesi è stata ricoverata a causa di un attacco di coliche che le ha scatenato le contrazioni e le si è abbassato l'utero.
Lui mi ha detto che già un'altra volta aveva avuto delle coliche (più leggere) ed era stato perchè aveva mangiato gli spinaci. Stessa cosa avvenuta ieri, quando la cosa si è riproposta.
Al momento lei è in osservzione in ospedale, per evitare che il bimbo nasca prima di entrare nell'ottavo mese, e non avere così tante complicazioni.
Parlando con me G. ha dato della testarda a M., sostenendo che è risaputo che gli spinaci in gravidanza non vanno mangiati, perchè contengono l'ossalato di calcio e fa male.
Se non ho capito male dovrebbe essere quello che provoca i calcoli.

venerdì 15 aprile 2011

REGALINO PER ME... O PER SE STESSO?!?! ^-^

Qualche giorno fa Lu è arrivato a casa con un sorrisetto strano.
La prima cosa che gli ho domandato è stata "cosa hai combinato?", perchè l'espressione era quella tipica dei bambini dopo aver fatto qualche danno. Confesso che il suo niente non mi ha convinta.
Poi mi ha detto "Ho comprato un regalino".
"Per me?" ho ribattuto con il sorriso che mi si allargava a 7000 denti.
Credo che tutte voi amiate ricevere regali fuori periodi comandati.

ED ANCHE STAMANI CONTROLLO DIABETOLOGICO!

Era ancora buio fuori quando è suonata la sveglia (non che si possa dire che adesso c'è il sole, ma almeno la luce si!).
Stamani prelievo e urine a diabetologia.
Oramai è diventata routine: sveglia, pipì nella provetta, una sciacquata, soliti vestiti così il peso non è falsato, una pettinata veloce, e poi via, ricordando di prendere la borsa con dentro:
1.la cartellina con tutto della gravidanza, del diabete (controllando che ci sia il foglio dei profili glicemici che una volta l'ho dimenticato!) ed altro;
2.il diario alimentare;
3.la bottiglia dell'acqua;

giovedì 14 aprile 2011

OGGI HO FATTO UNA COSA CHE NON DOVEVO

Sapete quando viene quell'attacco, quella smania, quella forza incontrollabile di fare una cosa che sai non dover fare, ma non puoi farne a meno, quasi tu fossi posseduta?
(no grazie, nessun esorcista, era solo un esempio!)
Ecco, oggi sono stata presa da uno di questi attacchi.
Ho girato per casa un po' per farmelo passare, ma ogni volta che passavo davanti a quello sportello lo sguardo cadeva lì.
Mi sono messa a lavare i piatti, ma lui era lì.
Mi sono messa al pc, ma era sempre lì, bastava spostare lo sguardo di poco.

mercoledì 13 aprile 2011

ALLA RICERCA DEL TRIO PERDUTO

Dopo il primo avvicinamento a passeggini, trio, ovetti e cose del genere andando da Prenatal, sabato scorso abbiamo ripreso la ricerca con altri negozi.
La prima tappa è stato il negozio Ideal Bimbo, l'ultimo che ha aperto in zona ed il più grande, perlomeno come metrature dello stabile.
Abbiamo esordito, come l'altra volta, premettendo che prima di perdere tempo con tutto il disponibile, Lu avrebbe dovuto provare la misura del passeggino, perchè dall'alto dei suoi 193 cm non poteva rischiare il mal di schiena (cosa che è successa spingendo per una mezz'oretta il passeggino del piccolo Dany).

IL PRIMO REGALINO PER GABRIELE

Stamani le mie care amiche Ste, Mary e Silvy mi hanno attirata fuori casa, dove avevo da fare mille lavori, con l'inganno, dicendomi che volevano fare una foto insieme con i bambini e Ste, come ricordo di queste girnate trascorse insieme nella breve visita che ci ha fatto quest'ultima.
Avevo appuntamento con un'amica del Fotoclub per rivedere delle fotografie, ma ho promesso che cinque minuti li avrei trascorsi con loro.
Appuntemento ore 10.30 davanti al bar.
Sono arrivata e le ho trovate lì con panza e passeggini, mi hanno guardata, salutata e poi mi hanno dato un pacchettino dicendomi che quello era per Gabriele.
Confesso che mi sono venute le lacrime agli occhi: è il primo regalo per Gabriele!!!!
Mi hanno fatta commuovere quelle streghe delle mie amiche.
Hanno comprato al mio frugoletto un cappellino carinissimo ed un body mis. 3 mesi e Silvy ha voluto anche sottolineare che: "tenendo conto che il babbo è alto 1 metro e 93 ed è nato di più di quattro chili, la misura di mesi 0 noi non l'abbiamo proprio presa in considerazione!"
Che belline le mie amiche.

UN TIEPIDO POMERIGGIO PRIMAVERILE

Bene ieri pomeriggio.
Dopo aver fatto quelle due o tre commissioni (riportare a casa mio padre dopo aver lasciato la nostra bellissima 500 del '71 dal carroziere e spedire al CIFA le fotografie di Passione Italia, si, quelle che abbiamo fatto nel giorno del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, pagare l'assicurazione auto ecc) mi sono goduta una bella passeggiata sul lungomare con la mia amica Ste e la sua bimba E. di 18 mesi. Un giretto per il corso chiacchierando e guardando le vetrine, poi un salto sul lungomare con fermata in gelateria... si, ieri mi sono mangiata il primo gelato (da quando so che è consentito) della mia dieta da gestante diabetica!
Non potete immaginare che goduria assaporare i sapori del pistacchio, del cocco e dello yogurt seduta con il sole che mi scaldava il viso e il freddo che mi rinfrescava la bocca, e la piccola E. che mi fissava nonostante la sua mamma la imboccasse con micropalettate di gelato alla nocciola, credo.
Come si è raccomandata la diabetologa, dopo la pausa gelato abbiamo continuato a camminare così che gli zuccheri assimilati sono stati smaltiti tutti e per cena ero di nuovo pronta per tuffarmi sul piatto!

lunedì 11 aprile 2011

MERENDA CENA IN COMPAGNIA...PER GLI ALTRI!

Ieri pomeriggio eravamo invitati alla merenda cena organizzata dal mio carissimo amico Cq (che quando ha saputo che aspettiamo un maschio ci ha detto di organizzarci col posto, perchè lui al nostro bambino regalerà la pista delle macchinine della Polistil!), che per l'occasione si è cimentato nel ruolo del fornaio.
Quando siamo arrivati, alle cinque del pomeriggio, aveva già sfornato due ceste di schiaccia (o focaccia) e pane impastato, steso e cotto con le sue mani nel forno a legna che ha costruito nella casetta dell'orto.
Mortadella, prosciutto, capocollo (o coppa), salsiccia, pancetta e prosciutto di cinghiale prodotti dal Cq in pieno inverno, troneggiavano sul tavolo già affettati, pronti per essere mangiati con le cose calde che via via il Cq sfornava e portava già tagliate per l'occasione.
Il tutto bagnato da una pentolata (nuova unità di misura!) di sangria, vino bianco e vino rosso (ed acqua per me) di produzione della vigna del Cq.
Insomma, una meranda cena fatta in casa, in tutti i sensi.
I tavoli imbanditi erano stati messi nel prato antistante la casa, all'ombra della grande sughera, e tra chiacchiere, risate, canti e giochi abbiamo fatto le nove di sera senza neanche accorgercene.
Che bellissimo pomeriggio!

sabato 9 aprile 2011

19 SETTIMANE + 1

Lo sento?
Non lo so, sono giorni che spio i segnali che arrivano dal mio basso ventre, nella speranza di capire se sento i movimenti del mio bambino oppure no.
Le mie amiche che hanno già vissuto questa esperienza, hanno provato a darmi indicazioni di cosa senti, di come si presenta il famoso "sfarfallio" che è l'anteprima del movimento vero e proprio.
Non so se lo sento, ma la sera quando vado a letto ho sensazioni nuove, che non avevo provato nelle setttimane precedenti,  e stamani ho avuto altre sensazioni.
Chissà se sarà lui che inizia a farsi sentire, a darmi i primi segnali di presenza nel mio corpo oltre alla pancia che cresce e che cambia.

giovedì 7 aprile 2011

PARTO DI TESTA di Antonio Barocci

Stamani è arrivato in libreria il libro che avevo ordinato da regalare a Lu.
Come ricorderete avevo detto che probabilmente lo avrei letto io quel libo, visto che il babbo di questo pisellino che sta crescendo dentro di me non è un amante della lettura; invece mi ha spiazzata: quando ha visto il libro è rimasto un po' perplesso, poi ha letto il titolo, ha sfoderato un grandissimo sorriso ed ha detto con tono convincente e felice "Ora si legge!"
Non ci posso credere che un figlio in arrivo faccia anche venire la voglia di leggere ad un padre in attesa! :)

mercoledì 6 aprile 2011

«B» COME BIRRA di Tom Robbins

Ieri sera in tv non c'era niente di interessante, così la tua mamma ti ha portato davanti al pc a lavorare un pochino su alcune fotografie. Chissà se imparerai le poche cose che so su Photoshop usandolo con me... anche se già so che tra quattro o cinque anni  mi insegnerai tu, anzi, magari diventerai il mio photoeditor!
Comunque, dopo un po' di  post produzioni e spostamenti nel cestino di lavori venuti male, siamo andati a letto per finire di leggere il libro che stavo leggendo negli ultimi giorni: "«B» come birra" di Tom Robbins.
Certo, il titolo non è proprio associabile ad una mamma in attesa, ma mica posso leggere solo libri di donne incinta, di pance che crescono o manuali della perfetta gestante e della mamma inossidabile!

martedì 5 aprile 2011

GRAVIDANZA E TINTE PER I CAPELLI

Non essendo più una ragazzina e provenendo da famiglia di donne con i capelli bianchi in giovane età, mi trovo in questa gravidanza a combattere con il problema capelli bianchi, perchè anche se non sono una di quelle che ingrassa le fila delle vanitose, non mi piace mostrare la ricrescita dei capelli bianchi.
Mi sono trovata così davanti al rifiuto della parrucchiera quando, ingenuamente, sono andata a chiedere di fare il colore. Conoscendomi più o meno da quando avevo sei anni, prima di mettermi in testa soluzioni acide, e miscugli chimici mi ha consigliato di rivolgermi al ginecologo e sentire quali sono le tinte consigliabili.
Il problema è che il mio ginecologo mi ha consigliato di non farne alcuna, almeno che non siano quelle assolutamente naturali a base d'acqua (l'hennè per capirci), perchè lui prima di dare il nulla osta nell'uso di una qualsiasi tinta per capelli ha bisogno di vedere quali sono le sostanze che si trovano dentro al prodotto.

NOVITA' AL CONTROLLO DIABETOLOGICO

Adesso che è arrivato il caldo, la primavera, sono arrivate anche le passeggiate sul lungomare, al sole o in spiaggia. Gli esercizi estivi stanno iniziando a riaprire, presto lo faranno gli stabilimenti balneari, lo hanno già fatto alcuni bar sulla passeggiata, tra i quali le gelaterie.
Domenica scorsa, mentre mi godevo il sole ed il caldo mi era venuta voglia di un gelato, ma non sapendo se mi era consentito mi sono accontentata di uno yogurt senza niente, un po' triste, ma fresco e consentito dalla dura legge del diabetico.
Questa mattina quando sono arrivata dalla dottoressa per il controllo dei profili glicemici, ho esordito con un "ho da chiederle di nuovi alimenti da aggiungere o meno alla mia dieta, anche se immagino che mi dirà di no!"

BIMBO O BIMBA? credenze popolari e calendari vari

Ci sono un sacco di teorie che riguardano la predizione del maschio o della femmina, teorie che venivano usate principalmente prima dell'avvento dell'ecografia e dell'amniocentesi, quando cioè dovevi aspettare di vedere tuo figlio negli occhi per sapere cosa era.
Confesso che sono felice di essere una futura mamma nel 2011, perchè la curiosità mi ha iniziato a "mangiare" non appena ho saputo di essere incinta, anche se non voglio (e non voglio neanche che lo facciano gli altri) sommergere mio figlio, che ora so essere maschio, con tutine, copertine, lenzuola e chi più ne ha più ne metta di colore azzurro. Anche perchè a me piacciono molto i colori pastello, ma tutti, quindi qualcosa si ma poi via libera agli arancione, giallo, beige, verde e così via. ...ma questa è un'altra storia!
Di queste teorie c'è quella del conto delle R,

lunedì 4 aprile 2011

DOMENICA DI RELAX

Ieri ci siamo riposati, abbiamo trascorso una vera e propria domenica di relax primaverile.
Al mattino Lu è andato a Pisa che doveva ritirare delle cose, ed essendo ingombranti mi ha lasciata a casa con la mia panciotta che piano piano cresce.
Io invece ne ho approfittato per andare all'inaugurazione della mostra fotografica di uno dei soci del Fotoclub del quale sono socia anche io, in una delle migliori pasticcerie della zona.
Parlando sinceramente, per me è stata un po' una tortura sentire quei profumi tipici di pasticceria che si confondevano nell'aria, inspirare a pieni polmoni sperando che almeno i profumi non facciano alzare la glicemia! :-)
A parte questo piccolo contrattempo di mancata degustazione, la mostra è interessante, le fotografie sono splendide e gli affezionati del fotoclub c'erano tutti, ed è stato piacevole rimanere anche davanti alla pasticceria a parlare di fotografie, di bambini, di mariti e di pettegolezzi con le ragazze del circolo fotografico, mentre il sole ci riscaldava dolcemente.

sabato 2 aprile 2011

E SEMPRE PARLANDO DI LIBRI

Mio caro piccolo Gabriele, in questi giorni ti sto facendo leggere un po' di tutto, dai blog sul web alle cavolate di Facebook, fino ai giornali di fotografia ai libri più diversi... vorrei tanto tu prendessi la mia passione per la lettura e spero che questo mio tenerti vicino ai libri possa servire!
Tutti libri piccolini, veloci da leggere e carini.
Sei Biblioteche
Dopo Fante ho preso in mano "Sei biblioteche" di Zoran Zivkovic, scrittore serbo di cui ignoravo l'esistenza e libro che ho comprato solamente perchè mi ha attratto la copertina!
Ma ho fatto bene :)
Questa la mia recensione:

AMANTI DELLA LETTURA E NON

Io e Lu siamo su tante cose esageratamente diversi.
Antonio Barocci
"Parto di testa"
Io amo un genere di musica, lui un altro; io odio la tv, lui ne è quasi dipendente; mi piace il silenzio, lui come entra in casa deve accendere la tv; odio centri commerciali e supermercati, che lui ama alla follia; negli acquisti sono impulsiva, lui riflessivo; adoro leggere, lui legge solo i volantini pubblicitari.
Ma girellando per i miliardi di siti di libri e maternità che ci sono in rete, mi sono trovata a leggere la recensione di un libro sulla gravidanza scritto per i padri, ed anche se lui non legge, l'ho ordinato lo stesso.
Leggendo varie recensioni sui siti di vario genere, da Anobii a Amazon, da Bol.it a officina dei genitori, ho capito che dovevo prenderlo, che non è il solito libro-manuale, che dovrebbe essere una cosa interessante e divertente allo stesso modo.
Giovedì o venerdì andrò a ritirarlo in libreria, ho la netta sensazione che lo leggerò prima io di lui; ma spero di sbagliarmi!
Dopo averlo letto ve ne parlerò.