venerdì 30 marzo 2012

UN NUOVO PREMIO PER ME... GRAZIE!!!

il suo avviso di questo premio l'ho letto tanto tempo fa, ma di solito la sera non ho il pc, perché il mio è in cameretta di Gabri e quando lui dorme non posso (e non voglio) stare lì col computer acceso; di giorno invece sul pc ci sono di corsa, che alle volte i post che leggete li inzio a scrivere un giorno e finisco qualche giorno dopo... oggi sono sola (Nano è ad una fiera per lavoro, e rimane fuori due giorni), ho preso il portatile del Nano ed ho acceso il WiFii così eccomi finalmente a scrivere questo post!
Il premio che la mia bloggamica °gracy° mi ha dato risale (in questo caso) al 13 febbraio, sono in ritardo solamente di un mese e mezzo, ma i ringraziamenti spero siano ancora validi, ed eccomi a girare il premio ad altre amiche. Intanto questoè il post della Gracy.


Ed ecco le regole:
- assegnare il premio a 5 blog con meno di duecento amici;
- linkare chi me lo ha assegnato (fatto!)
- postare il banner sul mio blog (...se non lo faccio è solo perché non ne sono capace..aiutatemi, ditemi come si fa!!!!)
- avvisare le amiche alle quali assegno il mio premio



Le amiche scelte sono:

Aspettando voi
Orsomichele
A burn in the oven
Wanesia
Stelle gemelle


giovedì 29 marzo 2012

DI NUOVO PISCINA...

...ed è crollato come un sasso quando siamo arrivati a un paio di km da casa, di botto, guardava mia mamma che gli ripeteva (e quasi mi addormentavo anche io) 
"Come fa il cane? Bau bau bau, e il gatto? Miao miao, e il topino? Squit squit, e Gabriele? ma ma ma, ba ba ba" "Come fa il cane?...."
ha sbattuto tre volte gli occhietti, poi ho visto la testa crollare, occhi serrati e quando siamo arrivati a casa e l'ho tolto dall'ovetto pensavo si svegliasse, invece un leggero mugolio ed ora è dalle sette e mezzo che sta dormendo, senza muovere un dito, stanco morto dalla piscina.
Che bellino il mio bimbo.
Appena usciti dall'acqua

martedì 27 marzo 2012

SI CANTA CON PATATO #8




Oggi si torna alle vere canzoni per bambini, questa ha tanti tanti anni, e come tante canzoni dei "miei" tempi, è rimasta nella memoria ed ora la canto a Patato quando gioco con lui.

Se non ricordo male è stata la prima canzone di Cristina d'Avena, quella che poi in altra età ci ha frantumato i santissimi con le canzoni dei cartoni animati!


IL VALZER DEL MOSCERINO
Parole L. ZANIN - Musica A. DELLA GIUSTINA

Beppone russava 
nel grande giardino 
e sul suo nasone 
volò un moscerino. 
Il vento suonava 
un bel valzerino, 
cos'ì il moscerino 
si mise a ballar.

Un lalla un lalla un lallallà 
questo è il valzer del moscerino. 
Un lalla un lalla un lallallà 
questo è il valzer che fa lallallà.

Un lalla un lalla un lallallà 
questo è il valzer del moscerino. 
Un lalla un lalla un lallallà 
questo è il valzer che fa lallallà.

Nel sonno Beppone 
che piu' non russava 
il naso arricciava 
rideva, sognava... 
sognava una piuma, 
un fiocco di neve, 
un petalo rosa caduto dal ciel.

Rit.
Ma un gatto birbone 
e pazzerellone 
colpì il moscerino 
graffiò il suo nasone... 
E il valzer finiva... 
E il gatto fuggiva... 
Così per Beppone 
l'incanto svanì.

Rit.







lunedì 26 marzo 2012

INFLUENZA FLASH E STRASCICHI

La settimana scorsa, esattamente due sabati fa, Gabri si è svegliato piagnucolante, come mai aveva fatto.
Non riuscivo a capire cosa avesse questo bimbo: pianto gnegnoso, faccino sofferente, guanciotte rosse, poi l'ho toccato ed era bollente.
Ho misurato la febbre: 38 °C
Non riuscivo a capacitarmi, due ore prima si era svegliato, aveva mangiato, saltato, riso e chiacchierato, cantato, fatto tutti i suoi bisogni e rumori corporali immaginabili e poi s'era addormentato bello fresco come sempre.
Ho chiamato il pediatra dell'ospedale

mercoledì 21 marzo 2012

PREOCCUPATA

Niente di grave, premetto.

In questo momento Patato, per la prima volta è uscito da solo con i nonni paterni; è la terza volta che esce senza di me.
Perché sono preoccupata?
Beh, per gli atteggiamenti che non mi fanno stare tranquilla per niente.

Confronti (so che non dovrebbero essere fatti, e che sono di parte, ma non posso farne a meno):

i miei                                             
Io: "portatatelo al parchetto vicino alla scuola materna, che ci sono i bimbi che giocano e li guarda volentieri"
Loro: "si, ma se poi piange che faccio ti chiamo oppure lo porto qua? Il ciuccio me l'hai dato? meglio uno di scorta?"
i suoi
Io: "portatatelo al parchetto vicino alla scuola materna, che ci sono i bimbi che giocano e li guarda volentieri" 
Loro: "lo soo, lo soo"

i miei
Loro: "senti però per le scale portalo te, che non mi fido e non voglio responsabilità"
Io (che già ci avevo pensato): "ok"
i suoi
Loro: "vieni, lo prendo io"
Io: "no no, per le scale lo porto io"

i miei
Io: "se si addormenta, quando si sveglia riportatelo indietro, che non vorrei non trovandomi si innervosisse" (in fondo sono solo 6 mesi che vive 24 ore al giorno con me!)
Loro: "si si"
Prima del rientro c'è stata la telefonata "Francesca il bimbo s'è svegliato, ora torniamo a casa"
i suoi
Io: "se si addormenta, quando si sveglia riportatelo indietro, che non vorrei non trovandomi si innervosisse" 
Loro: "si si, ma quanto possiamo tenerlo fuori"
Io: "mah, un'oretta, visto che è la prima volta"
Loro: "si, ma per lui, nel senso tra un'ora deve mangiare?"
Io: "no, ha fatto merenda ora"
Loro: "allora si può stare di più"
Io: "mah, volendo si, ma è la prima volta che esce senza di me, non vorrei si innervosisse"
Loro: "ah, allora si guarda un po'"


Ora, come cazzo faccio a stare tranquilla quando le premesse sono queste?
Questi qui il bimbo fino ad ora l'hanno visto, quando è andata di lusso, una volta a settimana, a volte anche più di rado, ed ora la prima volta che stanno da soli con lui dove cazzo vogliono portarlo?
Alla fine ero tentata di dirgli di no, che non li avrei lasciati soli, ma ho concluso dicendo
"non andate lontani, perché se si innervosisce poi dovete tornare indietro"
Loro: "stai tranquilla"
("tranquilla 'na cippa" ho pensato io)

martedì 20 marzo 2012

SI CANTA CON PATATO #7


◘○◘○◘○◘ ○◘○ ◘○◘○◘○◘

questa è la seconda di oggi, che non è proprio una canzone da bambini, ma io al mio patato la canto di continuo! @_@

E allora vada nel gruppo delle canzoni per i più piccoli! eh eh eh...



IL VITELLO DAI PIEDI DI BALSA
di Enrico Ruggeri



Nel boschetto della mia fantasia 

c'è un fottio di animaletti un pò matti inventati da me, 

che mi fanno ridere quando sono triste, 

mi fanno ridere quando sono felice, 

mi fanno ridere quando sono medio; 
in pratica mi fanno ridere sempre, 
quel fottio di animaletti inventati da me. 



C'è il vitello con i piedi di balsa, 

il vitello con i piedi di spugna 

e indovina chi c'è? 

C'è pure il vitello coi piedi di cobalto, 
c'è il vitello dai piedi tonnati. 
Quattro ne ho inventati; 
sono gli animali della mia e della tua fantasia. 



Ma un giorno il vitello dai piedi di balsa 

si recò dal vitello dai piedi di cobalto 

e gi disse: "C'è il vitello dai piedi tonnati 

che parla molto male di te: 
sostiene che i tuoi piedi non sono di vero cobalto 
ma sono in effetti quattro piedi di pane, 
ricoperti da un sottile strato di cobalto". 



"Mio caro vitello dai piedi di balsa, la tua storia è falsa. 

L'amico vitello dai piedi di spugna mi ha svelato la verità: 

egli ha nascosto una microspia nei tuoi piedi di balsa 

e nei piedi tonnati, così ha scoperto che tu, solo tu, 
sempre tu, anche tu, nient altro che tu, si si proprio tu...... 
Sei il vitello dai piedi di balsa, 
inventore di una storia falsa: 
accusavi il vitello dai piedi tonnati 
e per questo i tuoi piedi saranno asportati." 



Ma la legge prevede una pena aggiuntiva 

per questo reato, l'ascolto forzato di......... 



Nel boschetto della mia fantasia 

ora c'è un vitello senza più i piedi 

che invoca pietà, 

quand' ecco che un piccolo amico si avvicina....... 



'Mi presento: son l'orsetto ricchione 

e come avrai intuito adesso ti inculo.....'








SI CANTA CON PATATO #6

♥♥♥♫♫♫♥♥  ☺☻☺  ♥♥♫♫♫♥♥♥


♦♦   ♦♦  Poiché la settimana scorsa ho saltato, ecco questa settimana due nuove canzoni di Patato!  ♦♦   ♦♦


Anche di questa avevo il 45 giri, forse mia madre lo ha ancora, se noi bimbi non lo abbiamo distrutto giocando malamente come spesso facevamo!

Ed ecco il cane più furbo, intelligente, curioso e un po' ficcanaso, ma simpaticissimo che abbia conosciuto nella mia vita di bambina, e che spero piaccia molto anche al mio Patato... per adesso quando gliela canto ride, quindi forse gli piace! ^_^


JOHNNY BASSOTTO
testo B. Lauzi, musica P. Caruso

Chi ha rubato la marmellata?
Chi sarà?
ed un uovo di cioccolata?
Chi sarà?
e chi ha rotto la vetrata
con un colpo di pallon?
Chi ha scaldato la cassata con il fon?

Io non c'ero, non son stato, non son mai venuto qui
a quell'ora faccio sempre la pipì!
Ma il bassotto poliziotto scoprirà la verità,
il bassotto poliziotto scoprirà la verità.

Che poliziotto Johnny bassotto
come una freccia nella notte schizza via,
passa dal tetto, entra nel letto
di ogni bimbo che racconta una bugia.
Che poliziotto Johnny bassotto
con le manette arresta la tua fantasia;
ti fa svegliare e confessare
tutto quel che hai combinato,
tu da solo o in compagnia:
il bassotto poliziotto è il più in gamba che ci sia!

Chi ha toccato il registratore?
Chi sarà?
Chi ha giocato in ascensore?
Chi sarà?
Chi ha legato al palloncino la cravatta di papà
che ora vola sopra tutta la città, eh?

Io davvero non son stata non mi interrogare più
a quell'ora guardo sempre la Tv!
Ma il bassotto poliziotto scoprirà la verità,
il bassotto poliziotto scoprirà la verità.

Che poliziotto Johnny bassotto,
ha un pappagallo che gli fa da radiospia
e un elefante come aiutante
quando è proprio troppo grossa la bugia.
Che poliziotto Johnny bassotto,
con il fischietto arresta la tua fantasia;
ti fa svegliare e confessare
tutto quel che hai combinato,
tu da solo o in compagnia:
il bassotto poliziotto è il più in gamba che ci sia!
il bassotto poliziotto è il più in gamba che ci sia!







lunedì 19 marzo 2012

BUONA FESTA DEL PAPA'

...o meglio del babbo, come diciamo noi in Toscana ^_^



Tanti auguri a tutti i babbi del mondo!!!



sabato 17 marzo 2012

TUTTI IN PISCINAAAAA!!!!!

Da prima che Gabri nascesse pensavo a fargli fare un corso di acquaticità sin da piccolo, poi è nato ed ho iniziato a pensare davvero a fargli fare questo corso, finché un mio amico istruttore di nuoto mi ha sconsigliata dicendo che praticamente paghi qualcuno per giocare con tuo figlio nell'acqua.
Mi ero un po' demoralizzata, perché questa cosa mi piaceva, e ci tenevo che mio figlio si approcciasse con l'acqua sin da piccolissimo e magari grazie a questo iniziasse a nuotare presto (non a 25 anni come la mamma, nonostante viva da sempre a 400 mt dal mare).
Poi la mia amica E. e sua figlia L. si sono iscritte al corso.
Poi lo ha fatto L. con la piccola E.
Le ha seguite R. con M.
e tutte e tre erano entusiaste delle loro bimbe dopo i corsi.

Poi sono arrivati il freddo e il raffreddore, un po' di pigrizia e siamo arrivati al gran giorno:

venerdì 16 marzo 2012

MAMME ZEN di Jacopo Fo e Monica Traglio


"Pare impossibile che alcune idee fondamentali sui bambini non siano ancora condivise dalla maggioranza degli esseri umani .
E non parlo solo di genitori ignoranti che picchiano i figli. Illustri ginecologi, pedagogisti e psicanalisti non hanno ancora capito che il bambino è un individuo con dei diritti elementari che vanno rispettati. 
Quando nasce è come un foglio bianco, Il fatto che tanti adulti siano incapaci di vivere con pienezza la vita o, addirittura, arrivino a compiere orribili violenze, mostra che sono stati negati loro, nell’infanzia, elementi fondamentali per una crescita piena ed equilibrata.
Il miglioramento della qualità della vita umana passa per un radicale cambiamento dell’atteggiamento degli adulti vero i bambini.
Ci vuole più amore e disponibilità con i piccoli per avere un mondo migliore domani.

Carissimi,
questa settimana siamo contentissimo di presentarvi la nuova edizione di un libro di Jacopo e di Monica Traglio “Mamme Zen”. 
Buona lettura!

di Jacopo Fo
Rileggendo questo libro dopo quasi 20 anni dalla sua prima stesura possiamo essere orgogliosi di aver contribuito, insieme a tanti altri, alla diffusione della cultura del parto dolce, del rispetto delle esigenze estintive dei neonati, di un rapporto educativo improntato sullo sviluppo delle capacità creative del bambino e sul rispetto per la sua persona. 
Oggi in tutta Italia è finalmente possibile

martedì 13 marzo 2012

ESPERIMENTI CULINARI PER PATATI

Ieri ho fatto per pranzo a Gabriele una ricettina che ho trovato sul libretto del Cuocivapore della Chicco. L'ho un po' personalizzata e così il mio bimbo ha sperimentato un sapore nuovo, e fortunatamente è stato un successo.

Crema di Zucca

Una fetta di zucca, cotta al vapore ed omogeneizzata; aggiunta acqua di cottura fino ad arrivare a 250 gr.
2 cucchiaini di omogeneizzato di coniglio
un po' di parmigiano (poco)
2 cucchiaini da caffè di olio extravergine di oliva
farina di riso, mais e tapioca fino a raggiungere la densità da lui preferita

dopo le prime tre cucchiaiate, che ha fatto una faccia interdetta (credo dovuta al sapore nuovo), ha iniziato a spalancare il forno che si ritrova al posto della bocca, come ogni volta che deve ingurgitare qualcosa da mangiare che gli viene servito col cucchiaino!!!!

Bravo bimbo mio, bravo!

....e stamani ha fatto la cacca arancione ^_^

sabato 10 marzo 2012

UFFICIALMENTE DISOCCUPATA

Qualcuna di voi ricorderà la mia storia travagliata di inizio gravidanza-maternità-datore di lavoro, per chi non ricordasse, uno dei post a riguardo è questo qui: Cosa faccio?
Ebbene, dal 29 febbraio sono ufficialmente disoccupata. Il giorno precedente era l'ultimo giorno di contratto con il mio ex datore di lavoro, e adesso entro anche io a fare parte delle statistiche delle donne che hanno lasciato il lavoro per fare la mamma.
Fortunatamente 5 anni di lavoro con contratto a tempo indeterminato prima e determinato nell'ultimo anno, mi permetteranno di prendere la disoccupazione per un po' di mesi, nel frattempo crescere ancora un po' mio figlio e poi vedere se riesco a trovare un nuovo lavoro. Se riesco perché col vento che tira (e da noi non è mai stato vento di grandi lavori) forse sarà difficile, ma sono sempre stata una che si adattava, che non schifava alcun lavoro e che si dava da fare qualsiasi cosa facesse... e poi un paio di idee ce l'ho già, chissà se riuscirò almeno una a farla diventare lavoro!

venerdì 9 marzo 2012

SVEZZIAMOCI!



Con il compimento dei 5 mesi Gabriele ha iniziato lo svezzamento.

Nei primi quindici giorni ha mangiato solamente frutta in aggiunta al latte mio e artificiale soliti, mela e pera grattugiata, una volta ha provato la banana ma poiché è astringente preferisco evitarla anche se gli è piaciuta tantissimo.
Il 19 febbraio ha assaggiato la sua prima minestrina, o sbobba come la chiamo io, fatta seguendo le indicazioni del pediatra: 1lt di acqua, farci bollire per un'ora patata, carota e zucchina; usare solo il brodo di cottura; farina di riso; olio.
L'ho assaggiata e fa veramente schifo, ma a lui è piaciuta!
Così siamo andati avanti per tre giorni, poi ho aggiunto il parmigiano e l'ha apprezzato molto (finalmente un po' di sapore, avrà pensato!), dopo altri due giorni ho aggiunto la carne: omogeneizzato (fatto da me con il comodissimo omogeneizzatore

mercoledì 7 marzo 2012

IO, FORSE PREVENUTA, FORSE NO

Quando Gabri è nato, un amico di Lu, ma amico amico amico, ha regalato al piccoletto una bellissima tuta da ginnastica dell'Adidas. Ai miei temi quel materiale (o molto simile) si chiamava acetato, non so adesso come si chiama, comunque è sintetico che brucia a contatto col fuoco.
La tuta è per i nove mesi, ma il mio patato è 72,5 cm quindi i nove mesi gli stanno benissimo come lunghezza, un po' meno come larghezza perché è secco secco secco... solo 7,500 kg.

L'altra settimana ho lavato la tutina per mettergliela.

Il pomeriggio c'erano i miei suoceri a casa, il bimbo piangeva come un ossesso ed io che ero a togliere i panni dal filo, sono rientrata ed ho mollato tutto là fuori. Mi suocera, gentilmente, si è offerta di tirare lei dentro i panni del bimbo (ok, io sono un po' malata mentale, un'ossessiva compulsiva: quando tolgo i vestiti lavati li piego tutti, poi li stiro; vederli prendere e buttare tutti arruffati sulla sedia mi fa andare il sangue al cervello, come fa lei, ma questa volta ho lasciato che facesse). Vedendo poi che erano tanti e che Gabri continuava a piangere, si è offerta di stirarli lei. 

SI CANTA CON PATATO #5

☻☻☻☺☺☺☻☻☻
☺☺☻☻☺☺☺☺☻☻☺☺


Eccoci di nuovo all'appuntamento canoro, e di nuovo in ritardo di un giorno!
Avrei dovuto magari postarlo a Febbraio, in contemporanea al Festival di Sanremo, ma mi è venuta in mente solamente oggi questa canzone, l'ho cantata a Gabri (che per me è il più fico del mondo!) e lui ha fatto delle grasse risate!
Vebbè, non fa niente...

Anche questa non è una canzone nuovissima, neanche propriamente da bambini, ma oramai Gabri è abituato a sentirla, anche perché lui per me è il più fico di tutti e non posso fare a meno di cantargliela! ♥♥♥ Cuore di mamma!!!!♥♥♥

Che Fico! 
(Fantoni F. - Franco P. - Lena C. - Liboni V. - Mazzardo F.) 

Fico 
(che fico) 
sognare 
di avere un motoscafo 
che corre 
sul mare 
e in tasca ai pantaloni 
un po' di 
milioni 
da spendere in gelati patatine popcorn e noccioline 
e qualche fico 
(che fico) 
avere 
il poster nella stanza 
che fico 
comprare 
un mucchio di adesivi 
che fico 
uscire 
con quella spilla punk sul giubbotto 
che tu puoi portare solo se sei fico 
(che fico) 
andare 
nel parco a pattinare 
con tutta 
la banda 
guidare la discesa 
girare 
sfiorare 
quelle ragazzine che vedendoti volare poi sospirano così... 

ma guarda che maglietta e che jeans! 
mi piace un frego quello lì 
E' un tipo fico, ma proprio fico! 
fico 
(che fico) 
entrare in una discoteca 
ballare 
saltare 
ballare da morire 
poi bere, impazzire 
giocarsi una fortuna in aranciate, poi del resto non me ne importa proprio un fico 
(che fico) 
andare 
insieme a tanta gente 
su un prato all'aperto 
per vivere un concerto 
sentire 
gridare 
e poi battere il ritmo con un gesto della mano che ti fa sentire fico 
(che fico) 
che vita 
partire una mattina 
per fare una gita 
scherzare sul pulmino 
un viaggio 
da sballo 
con quelle ragazzine che ad ogni tua battuta poi sospirano così... 

ma guarda che maglietta e che jeans! 
mi piace un frego quello lì 
E' un tipo fico, ma proprio fico! 
fico 
(che fico) 
avere il poster nella stanza... 
... 
che fico 
(che fico, che fico) 
che fico 
(che fico, che fico) 
...