giovedì 14 giugno 2012

BILANCIO DI 10 MESI

Dieci mesi fa Gabri non c'era.
Oggi ha nove mesi e mezzo, ed io dieci mesi fa ero al mare col pancione ed aspettavo facendo sempre meno volentieri la dieta, che arrivasse il giorno del taglio cesareo.
Da qualche giorno sto pensando al bilancio di questi mesi, alle aspettative che avevo e che si sono verificate o vanificate, alle scoperte che ho fatto, alle cose che mi hanno delusa, eccetera.
La prima cosa che mi viene in mente è la paura che avevo di non dormire, di non riuscire a riposarmi, io che ho sempre avuto bisogno delle mie ore di sonno (fossero esse consecutive o distribuite nell'arco della giornata), ma questo problema fortunatamente posso dire di non averlo avuto fino a questo momento, potrei contare le notti in bianco sulle dita delle mani, forse di una solamente, ed anche quando il mio patato era piccolo piccolo e faceva le poppate notturne non sono mai state ogni tre ore come di solito dicono, lui al massimo si svegliava due volte per notte addormentandosi alle sette, otto di sera.
Avevo poi paura di non sentirlo la notte,
di dormire così profondamente da perdermi i richiami del mio bambino, assolutamente vero che quando nascono i bimbi il sonno diventa vigile. Alle volte sento prima lui e poi la radiolina!
Ho approfittato troppo del discorso niente diete in allattamento, e sono ingrassata tutti quei chili che grazie alla dieta del diabete non ho preso in gravidanza, così ho deciso che a settembre andrò dalla dietologa ed in palestra (credo a fare pilates, che mi dicono carino, faticoso il giusto ed efficace).
Gabri è un bimbo bellissimo, dolcissimo e che adoro, ed al contrario dei miei saldi propositi pre-parto, un po' lo sto viziando, ma è più forte di me.
Veniamo poi alle cose materiali.
L'omogeneizzatore di cui tutti mi avevano parlato bene perché utilissimo durante lo svezzamento si è rivelato veramente utile, faccio omogeneizzati di ogni tipo a Gabri, dalla carne al pesce alla frutta per la merenda.
Il trio invece ha alcune pecche. Scomodissima la cappottina del passeggino, che devi staccare per far scendere completamente lo schienale, ma che poi non si regge su ed il bimbo non ha copertura dal sole; piccolo l'ovetto, ma Gabri è un po' fuori misura rispetto alla media, usato pochissimo anche se gli piaceva, e sto usandolo ancora in macchina ma devo toglierlo perché non è più sicuro secondo i miei canoni, riesce a far scivolare giù dalle spalle le cinture di sicurezza e non mi fido più ad usarlo (oppure devo trascorrere il tempo a rimetterle a posto, ma sto anche guidando ed è pericoloso). La navicella invece è stata comodissima, e se il mio bimbo fosse cresciuto seguendo la media di tutti i bimbi ci avrei probabilmente fatto tutto l'inverno o quasi.
Sono disoccupata e felice di occuparmi di mio figlio personalmente, ma vorrei anche staccarmi da lui che sta diventando mammone e farlo abituare ai nonni, ma un po' sono gelosa di mollarlo agli altri (passi il padre!).
E poi mi sento in colpa se penso a lasciarlo senza un vero motivo, infatti ogni volta che ho pensato di farlo x andare a fotografare alla fine ho rinunciato al mio hobby, al punto che per la mostra di questa estate probabilmente non avrò lavori da presentare... Ma va bene lo stesso, mi impegnerò di più per l'anno prossimo!

Ecco, queste sono alcune delle cose che posso mettere nel bilancio dei primi dieci mesi di mamma, senza affrontare il discorso delle soddisfazioni, della dolcezza, della felicità che si sono impossessate di me da quando Gabri è nato!

2 commenti:

  1. sei stata fortuna io con il mio mattia ho avuto il problema inverso ossia la sveglia ogni tre ore e anche a volte ogni ora ero arrivata allo stremo.
    ora il mio piccolo ha 17 mesi oggi e da qualche settima dorme quasi tutta la notte ma e' un miracolo se la passa tutta tutta sulla sua cameretta ..
    per quanto riguarda il trio ho avuto lo stesso tuo problema tornassi indietro non prenderei piu' quel trio che ho tanto sognato sulle riviste..

    ciaoo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. noi lo avevamo scelto perché comodo per Lu che è alto quasi due metri, ed aveva bisogno di un passeggino con il manubrio alto per non farsi venire mal di schiena mentre lo spingeva (come è successo con quello di alcuni amici)... eravamo indecisi tra quello e l'Ovo, tornassi indietro sceglierei probabilmente l'altro; ovviamente provando prima se ha anche gli altri requisiti importanti!

      Elimina