lunedì 11 luglio 2011

WEEK END IN CONTROTENDENZA

Come sapete io vivo in una località marittima.
Cosa pensate che abbia fatta in questo caldissimo fine settimana di luglio, incinta oramai all'ottavo mese e con l'ombrellone prenotato nella spiaggia vicino casa?
.......................
.......................
SBAGLIATO! 
Non sono andata al mare.
Sono andata a Milano.
Non pensate che sia impazzita, purtroppo da un lato e volentieri dall'altro, dovevo andare.




Venerdì pomeriggio si è sposata una delle mie migliori amiche, nonchè mia ex coinquilina negli anni di università a Siena. Una persona alla quale non potevo e soprattutto non volevo dire di no, sarebbe stato come mancare al matrimonio di mia sorella.
Per aggiungere un po' di brio alla "gita"
, abbiamo aggiunto dei giorni per arrivare ad oggi, lunedì, giorno in cui Lu è stato ricoverato all'ospedale Galeazzi in day-hospital per essere rioperato al menisco del ginocchio sinistro, la seconda volta in sei mesi...
Ed ora eccomi qua, ripassata in hote (vicino all'ospedale) a lasciare un saluto a voi, quando tornerò a casa magari farò un riepilogo di questo fine settimana allungato e pieno di emozioni ed avvenimenti, pronta a fare un giro in centro, che tanto Lu sarà "sequestrato" fino alle 13 circa!
...io che faccio? Ne approfitto per vedere un po' di mostre a Palazzo Reale!

Ciaoooo!!!!!
Ci sentiamo presto...

3 commenti:

  1. ahhhhhhhhh milano.. io ci sono nata ma mai visitata.. ci vorrei tanto andare! miraccomando foto eh.. così grazie a te posso sognare un pò
    in bocca al lupo al marito

    RispondiElimina
  2. Milano a luglio...dev'essere un bel forno però! Ma è una bella città e merita sicuramente di essere visitata! Baci!

    RispondiElimina
  3. @ Vany: beh, io la città invece la conosco fin troppo bene, e fotograficamente parlando non mi ispira più molto...ma qualcosa da farvi vedere ce l'ho!

    @ hellogracy: bella si, ma con 35 gradi ed un caldo afoso senza un filo d'aria non è proprio il clima più adatto per una gita di piacere! Infatti domenica la abbiamo trascorsa chiusi in un museo al fresco dell'aria condizionata! Ah ah ah...

    RispondiElimina