mercoledì 23 febbraio 2011

FARSI SEGUIRE DA CHI?

Per la mia gravidanza ho deciso di farmi seguire dal ginecologo della Asl della mia città.
Da noi non c'è l'ospedale, ed il medico che mi sta seguendo lavora anche nell'ospedale più vicino, dove da qualche anno è stato chiuso il reparto di maternità.
Ieri parlando con mia madre ho scoperto che è meglio farsi seguire da un ginecologo che lavora nell'ospedale dove vorresti adare a partorire, perchè anche se lui non sarà di turno al momento del parto, il personale sa che sei sua paziente ed ha un occhio di riguardo. Se invece non ti conoscono, come succederebbe per me continuando a farmi seguire da questo medico, ti seguono con meno attenzioni.
Ma sarà vero?
Al momento ancora non so dove andrò a partorire
, da Follonica (dove vivo) mi hanno mandata a Diabetologia di Grosseto (che è la nostra Asl di riferimento), ma sono più di 40 km ed io vorrei partorire a Piombino che è a soli 20 km di distanza e più facilmente raggiungibile (e poi ci sono nata anche io. Il primario attuale al tempo era uno specializzando che ha messo i suoi primi punti su mia madre!!!).
Mia madre mi ha detto quindi di cercare un ginecologo che lavora sull'ospedale di Piombino ed ogni tanto farmi visitare da lui, magari non adesso che sono alla 12ma settimana, ma quando sarò più avanti sarà necessaria questa mossa per trovarmi bene al momento opportuno... mi sembra così strano, fuori dal mondo.
Oppure sono io ad essere fuori dal mondo?!?!

7 commenti:

  1. Mah...non saprei, io ho fatto tutte le visite dalla mia ginecologa privata e poi ho partorito tranquillamente in ospedale.

    RispondiElimina
  2. Ti posso dare il mio parere? Dicono tutti la stessa cosa, per quanto riguarda il medico dell'ospedale. Tuttavia, molte mamme che conosco (a partire da mia sorella) non hanno affatto avuto un trattamento particolare (è stato, infatti, del tutto "normale") e, in più, non hanno avuto la fortuna di trovare il proprio ginecologo di turno. Quindi sono state visitate da medici che non sapevano nulla di loro. Però tutto è andato bene!

    Io ho avuto per un po' di tempo una ginecologa presso l'Aied e mi sono trovata benissimo. Sono passata ad un'altra dottoressa di uno degli Ospedali della mia città solo quando ho iniziato ad avere dei problemi da seguire con una certa attenzione.

    Se ti trovi bene, hai un buon rapporto col tuo medico... insomma, se sotto questo aspetto sei serena, io non cambierei!

    Ciao!

    PS: ho letto l'intestazione del tuo blog. Sono ammesse anche quelle che sperano di diventare mamme prossimamente?! ;-)

    RispondiElimina
  3. Certo che sono ammesse le aspiranti mamme, le mamme che già lo sono, quelle che non vogliono diventarlo, eccetera eccetera!
    E' belle condividere e scambiare opinioni, e ti ringrazio molto per le tue parole, rassicuranti e che mi hanno tirata su!

    RispondiElimina
  4. ciao.. ho trovato ora il tuo blog.. complimenti..! ma poi lo hai trovato il gine? di follonica o piombino?! so che il dott. francesco calonaci (non è figlio del primario)è di follonica e lavora a piombino.. tu da chi vai?
    ciao grazie.

    RispondiElimina
  5. Ciao M,
    innanzi tutto grazie per la visita e per i consigli; per il momento sto ancora andando dal gine della Asl, da Bicci. La mia intenzione iniziale era di partorire a Piombino, ma visto che sono seguita da diabetologia di Gr credo proprio che andrò là a far nascere il mio pargolo. Avevo pensato di prendere il prossimo appuntamento direttamente al consultorio di Gr, così da conoscere i medici che lavorano in ospedale ed iniziare ad avere un contatto con loro.
    Anche tu in dolce attesa? Da chi sei seguita? e sei di Follo anche te?

    RispondiElimina
  6. Ciao, anch'io mi trovo nella tua stessa condizione, preoccupata della scelta del ginecologo nella provincia di Grosseto,avendo scelto di partorire in ospedale.
    Mi sono trasferita da poco a Follonica, fino a qs momento mi ha seguito un ginecologo della mia città natale, ma adesso, inevitabilmente, sono obbligata a fare una scelta. Ho già conosciuto il dott. Bicci che mi ha ispirato fiducia e penso che proseguirò il percorso con lui anche se mi rimane il dubbio espresso da tua mamma. Ma credo che professionisti nell'ambito ospedaliero non dovrebbero fare alcuna differenza e dovrebbero operare tutte allo stesso modo, senza alcuna particolarità, con la massima dedizione perchè è in gioco la vita, la salute!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao, spero anche io che la serietà sia messa davanti a tutto e tutti!
    Cmq io adesso, causa diabete gestazionale, sono seguita dall'ambulatorio Gravidanze a rischio dell'ospedale. Prima però andavo dal dott. Bicci, che è "rustico" e magari non sempre ha il garbo necessario per dire le cose, ma è bravo.
    Anche le ostetriche sono brave, quindi puoi stare tranquilla che sei in buone mani!

    RispondiElimina