venerdì 20 aprile 2012

SI CANTA CON PATATO #11

Purtroppo lunedì, martedì e mercoledì sono stata con il pc fuori uso, ieri ero fuori casa io perciò impossibilitata a recuperare il "tempo perduto".
Facciamo finta che sia martedì e non venerdì, ed aggiorniamo il juke boxe patatoso!




Ritorno alla mia infanzia, quella felice delle canzoni dello Zecchino d'Oro, quelle di quando non vedevo l'ora che arrivasse questa gara canora con delle canzoni che mi facevano ridere, gioire, cantare e ballare, e che adesso rivango nella memoria e le canto a Gabri, sperando che piacciano anche a lui e che da grande le ricordi con piacere.
Vabbè, questa canzone è del '69 ed io non ero ancora nata, ma l'ho sempre sentita ed è come se quella puntata l'avessi vista! ^_^

La canzone di oggi è un motivetto che più e più volte negli anni mi è venuto in mente, che anche se non ricordavo il testo, la canzone non l'ho mai dimenticata, oggi si canta con il Gatto Nero!

VOLEVO UN GATTO NERO
di F. Maresca, A. Soncillo, Framario

Un coccodrillo vero,
un vero alligatore
ti ho detto che l'avevo
e l'avrei dato e te.
Ma i patti erano chiari:
il coccodrillo a te
e tu dovevi dare
un gatto nero a me.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
mi hai dato un gatto bianco
ed io non ci sto più.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
siccome sei un bugiardo
con te non gioco più.
Non era una giraffa
di plastica o di stoffa:
ma una in carne ed ossa
e l'avrei data e te.
Ma i patti erano chiari:
una giraffa a te
e tu dovevi dare
un gatto nero a me.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
mi hai dato un gatto bianco
ed io non ci sto più.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
siccome sei un bugiardo
con te non gioco più.
Un elefante indiano
con tutto il baldacchino:
l'avevo nel giardino
e l'avrei dato e te.
Ma i patti erano chiari:
un elefante a te
e tu dovevi dare
un gatto nero a me.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
mi hai dato un gatto bianco
ed io non ci sto più.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
siccome sei un bugiardo
con te non gioco più.
I patti erano chiari:
l'intero zoo per te
e tu dovevi dare
un gatto nero a me.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
invece è un gatto bianco
quello che hai dato a me.
Volevo un gatto nero,
ma insomma nero o bianco
il gatto me lo tengo
e non do niente a te.



Nessun commento:

Posta un commento