lunedì 28 marzo 2011

MONDO PRENATAL

Venerdì scorso siamo andati a fare un giro alla Prenatal... quando siamo entrati non avevamo assolutamente idea di dove guardare...abitini microscopici, ciucci, biberon, tettarelle, giochini, pannolini ed abiti extra per le mamme...e chi più ne ha più ne metta...
In mezzo a tutta questa roba abbiamo trovato anche il reparto dei passeggini, e lì ci siamo fermati, perchè per quelli eravamo andati.
Ci ha raggiunti il ragazzo che si occupa del reparto. Prima richiesta per noi è stato di far provare al futuro babbo, alto 193 cm, se l'altezza del manubrio (si chiama così?!??!!) era giusto per lui. Grazie a questa necessità abbiamo avuto la grazia di vedere solamente 3 dei 15 modelli che erano esposti!

Un'ora e mezzo per spiegarci caratteristiche,
pregi e difetti dei vari modelli, pesi, misure, modalità di apertura, chiusura, freni, borsa, capotte, ovetto, seggiolino macchina, attacchi cinture di sicurezza, e chi più ne ha più ne metta... più della metà delle cose che ci ha detto non le ricordo più! Ma ricordo benissimo i prezzi...il più economico di quelli che abbiamo visto costa 750,00 euro (arg...quasi uno stipendio mio), il più caro e per fortuna quello che ad entrambi piace di meno, costa full optional (manco fosse una macchina!) la modica cifra di Euro 1.200,00... e qui siamo ben oltre il mio stipendio... azzarola!!!! Va bene la struttura in fibra di carbonio, va bene la ruota senza camera d'aria che così non si buca...ma mi pare un'esagerazione.

Dopo questa marea di informazioni nel reparto passeggini, è stata la volta della carta: Carta Prenatal, catalogo generale di passeggini e tutto quello che riguarda l'outdoor del bimbo, catalogo abbigliamento neonato, catalogo abbigliamento prenatal (completo di costumi da mare!), diario della gravidanza (grazie, ma già sto facendo un blog a riguardo ed in più ho un'agenda che è il mio diario solo per lui o lei che sarà), campioncini prova, rotellina per il conto delle settimane...ahhhh...e poi ci si lamenta per gli alberi tagliati e le foreste che scompaiono....
Infine due appuntamenti, interessanti, di un'ora ciascuno, come incontro tra future mamme, per parlare nel primo della propria gravidanza, il secondo per parlare delle prime necessità del bambino. Credo che di questo se ne parli probabilmente anche ai corsi preparto, ma perchè non andare? In fondo mi incuriosiscono e poi è sempre un'esperienza nuova per me che sono al primo bambino!

Conclusione dell'avventura Prenatal: si è aperto un mondo sconosciuto a noi profani della gravidanza e dei bambini!!!!

4 commenti:

  1. beh...ora sarete diventati esperti Prenatal!
    E' emozionante leggerti... buona settimana =)

    RispondiElimina
  2. Grazie Ninfa!

    E presto diventeremo esperti Ideal Bimbo, Chicco, e chi più ne ha più ne metta!!!!

    Ah ah ah... quando dovrò tornare a lavorare chiederò se hanno bisogno in una rivendita di passeggini!!!!

    RispondiElimina
  3. Una bella avventura...comunque cavolo quanto costano i passeggini

    RispondiElimina
  4. Liu_jo non lo dire, ho rischiato un attacco cardiaco quando mi ha detto "questo è la Ferrari dei passeggini, in fibra di carbonio, bla bla bla, bla bla bla... la base costa 999 euro, ma poi c'è da aggiungere la borsa, la copertina, l'adattatore per il bebè, tric e trac e bombe a mano, in totale siamo più o meno a 1.200"
    Hai detto poco, io quando ho la busta paga alta guadagno 1.050 euro...

    RispondiElimina