giovedì 14 aprile 2011

OGGI HO FATTO UNA COSA CHE NON DOVEVO

Sapete quando viene quell'attacco, quella smania, quella forza incontrollabile di fare una cosa che sai non dover fare, ma non puoi farne a meno, quasi tu fossi posseduta?
(no grazie, nessun esorcista, era solo un esempio!)
Ecco, oggi sono stata presa da uno di questi attacchi.
Ho girato per casa un po' per farmelo passare, ma ogni volta che passavo davanti a quello sportello lo sguardo cadeva lì.
Mi sono messa a lavare i piatti, ma lui era lì.
Mi sono messa al pc, ma era sempre lì, bastava spostare lo sguardo di poco.
Poi è suonata la sveglia per ricordare che era l'ora di misurare la glicemia.
Ho aperto lo sportello accanto, ho preso la macchinetta, ho montato il pungidito, ho messo lo stick, buchetto, sangue, misurazione, annotazione, rimuovere il tutto, sistemare il tutto e poi richiudere lo sportello e vedere quello accanto.
L'ho guardato.
Ho preso lo yogurt dal frigo e l'ho messo fuori per farlo riscaldare un po'.
Mi sono voltata, ho guardato di nuovo nell'inferno dei diabetici, ho aperto lo sportello maledetto ed ho mangiato un pezzo di cioccolata bianca.

E dopo un fortissimo senso di colpa.

5 commenti:

  1. posso solo immaginare come t senti , non deve esser facile soprattuto per chi è goloso.. non penso il tuo sia un peccato così grave.. basta sapersi regolare no?? un bacio

    RispondiElimina
  2. per una volta hai fatto bene! spero per la glicemia fosse un pezzetto piccolo... ma tutto è possibile.
    Ti si è alzato in gravidanza? E' un diabete mellito? X' io sono una potenziale diabetica (familiarità molto alta) e quindi adesso che cerco un bimbo, sto già attenta a mangiar meno bontà zucherose

    RispondiElimina
  3. Ciao, ho scoperto oggi il tuo blog!
    Anche io aspetto un bimbo, per me il secondo, e pare che tra le nostre pance ci siano pochi giorni di differenza!!!
    Se vuoi passa nel mio blog :
    http://mammazeroventi.blogspot.com/

    Un abbraccio da panciona a panciona!

    RispondiElimina
  4. Stamani, con fare sottomesso, ho confessato il mio strappo alla regola alla dottoressa di diabetologia.
    Al contrario di quello che mi aspettavo non mi ha sgridata.
    Il primo commento è stato "spero fosse fondente"
    ma la mia risposta "no, era cioccolata bianca"
    le ha fatto scrollare le spalle... ma non è colpa mia se Nano adora la cioccolata bianca e quella che c'è in casa è solo bianca! :D
    (alla fine è colpa sua.. ah ah ah)
    CMQ mi ha detto che ogni tanto uno strappo si può fare, basta che non diventi un'abitudine.
    Ad esempio, le ho chiesto se per il mio compleanno, sett prossima, posso mangiare una fetta di torta, mi ha già detto x quel giorno di fare una unità in più di insulina e di mangiarmela!
    ;)

    RispondiElimina
  5. @ Donne al cotto:
    al contrario tuo non ho predisposizione diabetica familiare; il mio è un diabete mellito gestazionale, la dottoressa che mi ha in cura mi ha spiegato che questo tipo di malattia viene indotta dalla placenta che modifica il metodo di assorbimento degli zuccheri, se il pancreas non riesce a produrre la quantità giusta di insulina per pareggiare i conti, insorge il diabete gestazionale.
    Sono in cura da quando ero di nove settimane, col nuovo protocollo, e devo fare dieta, controllo glicemico due volta al dì (2 ore dopo i pasti principali), così come l'insulina (10 min prima degli stessi pasti), così tutto è sotto controllo.
    In questo post http://avventuragravidanza.blogspot.com/2011/02/visita-ginecologica-e-diabetologica-1.html e in quello successivo racconto come ho iniziato questa avventura senza zuccheri (sig!)!

    RispondiElimina