mercoledì 16 maggio 2012

HARRY POTTER E IL CALICE DI FUOCO di J. K. Rowling

Questo libro, finito di stampare nel 2003 (si legge nel recto del frontespizio), mi fu regalato dal fidanzato di allora, nonché l'ex prima di Lu. Essendo il quarto capitolo della storia di questo maghetto, prima di leggerlo decisi di prendere gli altri tre libri. Non mi è mai piaciuto iniziare le cose da metà.
Così feci, presi i primi due e li divorai, poi mi dedicai ad altre letture, poi uscirono i film, poi ci sono stati alcuni traslochi da casa dei miei a casa mia, da casa mia a casa dei miei per ristrutturare casa mia, da casa dei miei a casa mia  dopo la ristrutturazione, da casa mia a casa di Lu dove viviamo adesso, e il libro fu depositato in qualche scatolone per un po'.
Dopo l'ultimo trasloco (la lista dei traslochi è da intendere dal 2004 al 2010) ho riaperto lo scatolone, il libro è riapparso e una decina di giorni fa ho deciso finalmente di leggerlo, anche se il film credo di averlo visto un paio di volte.
Non ricordavo bene la versione cinematografica, quindi leggere questo libro è stato piacevole. Un libro leggero, scorrevole, che accompagna bene le giornate ed i pochi momenti liberi che una mamma ha, soprattutto di un bambino che da solo per adesso non ci sta che per qualche minuto, poi piagnucola perché vuole compagnia, e se lo ignori o cerchi di incitarlo a giocare da solo (soprattutto adesso che ha iniziato a stare seduto da solo) ti guarda e poi inizia a strillare e strizzare gli occhi finché non gli escono le tanto agognate lacrime per farti commuovere... birbante.

Tornando al libro: per chi ama il genere, è carino, a momenti avvincente e divertente.
Per chi odia il genere: tenetevi alla lontana da questo maghetto con gli occhialini e la cicatrice in fronte, potrebbe farvi innervosire! 

1 commento:

  1. io ho finito tutta la saga in gravidanza ... il più bello per me è stato proprio questo libro ....

    RispondiElimina