giovedì 31 maggio 2012

POLLICE VERDE E NERO

Qualcuno di voi ricorderà come lo scorso anno esultavo per il mio successo nel vasellaggio (versione in vaso del giardinaggio!), per chi non avesse avuto la fortuna di vedere i miei capolavori 2011 ecco qui il post: Quant'è bello il mio giardino.

Eccomi qui, ad inizio estate, a fare un nuovo bilancio dello stato del mio giardino in vaso. 
Un disastro.
Ci sono dei successi, per carità, ma delle grandi sconfitte affliggono il mio balcone.
Iniziamo dagli insuccessi, e se  ci sono consigli per salvare l'insalvabile (ove possibile) fatevi avanti!

Questa era una pianta (oramai insalvabile, ma che non mi decido a buttare per un legame affettivo) regalatami quattro anni fa da dei miei carissimi amici, il suo cadavere rinsecchito troneggia sul pianerottolo davanti alla porta di casa, ogni volta che entro ed esco la vedo, la piango e dico che devo toglierla e buttarla... chissà se mi deciderò prima o poi.


Non fatevi ingannare da quelle quattro foglioline verdi, sono verde rinsecchito, in realtà questa sarebbe una pianta con le foglie grassocce. Ve la faccio vedere più avanti in stato migliore.

Questa invece dicono sia una gardenia,
l'ho comprata per non so quale beneficenze (sla, airc o vattelapesca). Era piena di bocci, neppure un fiore s'è fatto vedere. Volevo rinvasarla ma mi è stato consigliato di non farlo, io l'ho fatto comunque.
Piano piano sta seccando, non ho ancora capito se vuole tanta acqua o poca, se vuole tanto sole o no.
Così l'annaffio riempiendo il sottovaso e lascio che si asciughi prima di ripetere; sta in un punto dove è in pieno sole al mattino presto, poi in ombra dovuta alla tenda da sole (se la tiro giù) in tarda mattinata oppure nel pomeriggio perché il sole gira dall'altra parte della casa... mi pare che il malato sia grave.



Ed ecco i successi.

Questo è un pomodoro che è nato da solo nel vaso dell'ibiscus, che sta piano piano rimettendo le foglie. Quest'anno è indietro perché grazie al caldo inverno ha perso il fogliame a febbraio, anziché a novembre/gennaio come gli anni passati, periodo in cui quest'anno faceva ancora fiori!
Il pomodoro lo scorso anno nacque in un altro vaso di fiori, una volta una conditina di pomodori casalinghi sono riuscita a farla!



Poi ci sono queste due piantine, figlie di quattro foglie la prima, sei la seconda, della pianta rinsecchita che sta sul pianerottolo. Quando si ruppero le quattro foglioline dalla pianta madre, le buttai nel vaso della pianta grande pensando "faranno da concime" invece hanno messo radici e in due anni sono diventate questa bellissima pianta che fa compagnia alla padrona di casa; vista la facilità con cui è nata la prima, quando si è rotto un rametto con sei foglioline dalla piantina così ostinata a vivere, ho fatto fare le radici in acqua e poi messo in terra, così che anche quel rametto è diventato una piantina, adesso ha più o meno l'età di Gabri!




Nessun commento:

Posta un commento